Crociera: tutti gay, tranne due



Il 19 settembre scorso ha avuto inizio la prima crociera interamente gay d'Italia. La nave ha effettuato la tratta Civitavecchia-Barcellona e al suo interno ospitava circa 1.500 passeggeri. Tutti gay ad eccenzion fatta per due eterosessuali.
Si tratta di una coppia di mezza età che aveva vinto un viaggio attraverso una raccolta punti: andati in agenzia, hanno scelto la crociera da un catalogo ma, a loro dire, né l'agenzia, né il depliant facevano riferimento al fatto che si trattasse di una crociera gay.
Al porto i due hanno iniziato a capire che qualcosa non tornava quando hanno visto stampa e TV attorno alla loro nave e hanno notato che a bordo tutti gli striscioni dedicati alla comunità gay. Sono così salpati ma al loro ritorno si sono rivolti ad un legale chiedendo un risarcimento di 3.000 euro per non essere stati informati sulla specifica tipologia di quella crociera. Il loro avvocato ha voluto precisare che «non è una questione di discriminazione ma solo di godimento del viaggio. Uno spiacevole equivoco che però va risarcito».
Alessio De Giorgi, presidente di Gay.it ed organizzatore della crociera, è di parere opposto e contesta la ricostruzione dell'avvocato della coppia affermando che «l'evento non era offensivo per nessuno e mai nulla di scandaloso è accaduto a bordo. La vicenda mette in evidenza quanta omofobia ci sia in questa società».
5 commenti