Uno studio afferma che i gay hanno viso più maschili ed hanno tratti somatici diversi dagli etero



Omosessuali ed eterosessuali hanno tratti i somatici del viso diversi ed i gay hanno volti più maschili degli etero. È quanto sostiene uno studio condotto dal Center for Theoretical Study della Charles University di Praga e dall'Academy of Sciences della Repubblica Ceca.
«Gli studi -si legge in un estratto pubblicato dalla US National Institutes of Health- hanno dimostrato come gli uomini omosessuali differiscano dagli uomini eterosessuali in diversi tratti somatici, permettendo di attribuire con precisione l'orientamento sessuale sulla base delle immagini facciali. [...] In un primo studio abbiamo usato una morfometria geometrica per verificare le differenze di forma del viso, rivelato notevoli differenze di forma tra i volti degli uomini eterosessuali e quelli omosessuali. I gay hanno visi relativamente più larghi e più corti, nasi più piccoli e corti, mascelle abbastanza massicce e più arrotondata, risultando un mosaico di caratteristiche femminili e maschili.
In un secondo studio abbiamo testato l'accuratezza dell'orientamento sessuale ipotizzato da ottanta valutatori indipendenti sulla base dei volti, paragonando i risultati con l'orientamento sessuale auto-riferito. I volti degli omosessuali sono stati valutati come più maschili rispetto a quello degli uomini eterosessuali: i nostri risultati hanno così dimostrato che le differenze nella morfologia del viso non si limitano a rispecchiare variazione di femminilità, sfatando anche l'associazione stereotipata della figura dei gay come di effeminati».
6 commenti