I seguaci di Cascioli invocano il rogo per i salesiani



È su Gloria.tv che alcuni proseliti di Riccardo Cascioli hanno ripubblicato l'articolo in cui Andrea Zambrano accusa la diocesi di Torino di aver raffigurato Gesù con il volto di Conchita Wurst e di aver inserito due gay sulla copertina di un catechismo per bambini.
E se la tesi apparsa sulle pagine de La Nuova Bussola Quotidiana di Riccardo Cascioli sembra solo l'elucubrazione di un uomo ossessionato dal suo odio contro i gay, surreale è come quel pretesto venga usato dai sedicenti "cristiani" per inneggiare ad un massacro dei Salesiani contro quel papa che non riconoscono come tale perché non sufficientemente omofobo, misogino e razzista quanto loro lo avrebbero voluto.

Ed è così che tra i commenti leggiamo:



Se è curioso come questa gente ami elargire quei giudizi che Gesù invitava a non dare (magari spergiurando pure che loro avrebbero saputo come altri avrebbero reagito se solo non fossero vissuti in altre epoche), da pelle d'oca è come si chieda il rogo di chiunque non si genufletta al pensiero unico di Cascioli.
Inoltre non passa inosservato come a pubblicare l'articolo sia stato un utente che sostiene che Benedetto XVI sia stato l'ultimo vero Papa e che Bergoglio debba essere ritenuto un eterico sulla base di curiose interpretazioni di profezie che sarebbero state pronunciate da Malachia. Ed è sempre quell'utente a ripubblicare altri articoli editi da Riccardo Cascioli in cui si sostiene che l'attuale papato debba essere ritenuto «una farsa che deve finire».
Commenti