Indonesia. Per distogliere l'attenzione internazionale, i gay non verranno più frustati in pubblico ma a porte chiuse



Nella regione di Aceh, l'unica dell'Indonesia in cui è in vigore la legge della Sharia, l'omosessualità viene punita con centro frustate. Si stima che lo scorso anno oltre 83 uomini sono stati fustigati per il loro orientamento sessuale all'interno di una regione che sta divenendo sempre più conservatrice.
La prassi voleva che un un ufficiale religioso conducesse sul palco la sua vittima e coordinasse la fustigazione dinnanzi ad un pubblico cittadino. Da oggi quelle esecuzioni non saranno più pubbliche, anche se le vittime continueranno ugualmente a ricevere la punizione a porte chiuse.
Il governatore di Aceh, Irwandi Yusuf, non ha fatto mistero di come la decisione sia stata presa con lo scopo di ridurre le critiche dei paesi stranieri che obiettano a punizioni così disumane. la sua speranza è che basti nascondere le vittime perché nessuno se ne occupi più.
La provincia è stata messa nelle condizioni di istituire la legge della Sharia dopo l'accordo di autonomia che il governo ha firmato nel 2005 al dine di interrompere il sanguinoso conflitto che da anni vedeva contrapposti i separatisti musulmani e i militari indonesiani.
2 commenti