Secondo la propaganda integralista, la sindaca Raggi prenderebbe ordini da Monica Cirinnà



Nel mondo dell'integralismo organizzato, tutto è una scusa per fomentare omofobia e per promuovere l'ultra destra. Capita così che nel regno di "Nelle note", la sindaca Virginia Raggi prenderebbe ordini da Monica Cirinna.
Chiedendo a gran voce che il diritto di scelta delle donne sia negato nel nome di maschi eterosessuali che inneggiano a mogli sottomesse, su Twitter scrivono:



Dato come questa gente collabori con quella Eugenia Roccella che scriveva manuali per spiegare alle donne come abortire con una pompa da bicicletta, pare difficile non sappiano come la legge 194 abbia garantito meno morti tra le donne e regole che garantissero il divieto ad aborti tardivi. Ma nella propaganda integralista, il feto è un oggetto di cui poter abusare a fini politici e la vita è un qualcosa che va minacciata in nome del profitto.
Commenti