Fantasie integraliste



La mistificazione integralista è capace di toccare vette inimmaginabili. Ad esempio è su Twitter che un leghista ci delizia con la strana teoria che attribuisce ad altrui in modo da poterli aggredire senza neppure sforzarsi di inventarsi un qualche pretesto sensato. Scrive:



I punti comuni a tutti i proclami integralisti risultano sempre gli stessi: negare l'omofobia e sostenere che i gay siano persone cattive che la userebbero per etichettare gli eterosessuali. Se non sappiamo che amici abbia se tutti gli eterosessuali che lui conosce cono omofobi, evidente è come abbia fatto sua la teoria adinolfiniana sul fatto che ci si debba proclamare vittime di discriminazione se non si possono discriminare gli altri.
Non manca la solita citazione di Dio, abusato quando c'è da benedire l'odio e dimenticato quando Gesù invitava all'accoglienza. Ma traspare anche tutta l'arroganza e la mistificazione di chi crede che si possa dire qualunque cosa e si possano attribuire parole mai dette agli altri al solo fine di sentirsi legittimati nei propri rigurgiti d'odio.
Commenti