L'Italia ha il dibattito politico online più violento d'Europa, spesso fomentato da politici che aizzano i propri follower



Matteo Salvini è il politico europeo che riceve più commenti online in tutta Europa, in un gioco al massacro in cui l'insulto viene utilizzato come un mezzo per fare propaganda politica. È quanto emerge da una recente indagine curata da L'Espresso che ha sottolineato come l'Italia detenga il poco invidiabile primato per il dibattito online più violento d'Europa.
Maggiori sono le provocazioni, maggiori saranno le reazioni e personaggi alla Salvini paiono sapere che l'aizzare i propri follower contro gli altri porta profitto: quattro anni di insulti sessisti e razzisti rivolti alla Boldrini gli sono valsi un posto da vicepresidente e la nomina a ministro degli Interno.
Lo schema rivelato indica come ogni area di "tifoseria politica" sia solita inviare alle altre più del doppio degli insulti che riceve, con il 9,2% cento dei commenti condivisi sui profili che risulta essere insulto o un’offesa nei confronti di altri.

Ad esempio esempio è bastato che Beatrice Lorenzin promulgasse una legge in difesa dei bambini attraverspo l'obbligo alla vaccinazione perché il 22,7% dei messaggi a lei rivolti contenessero insulti. «Bastarda bastarda bastarda». «Ti maledirò finché avrò un alito di respiro». «Lorenzin e Alli. Per avere tradito l’Italia e gli italiani una sola soluzione: fucilazione».
A Maria Elena Boschi sono spettati numerosi insulti sesisti, che vanno dal «sei bellissima!» al «Sei solo gnocca», passando per «Perizoma please!» fino al «la aspetto sempre tra sei mesi sulla statale».
Tutto va bene per fare polemiche. Scie chimiche, i complottismi su Soros, il fantomatico "gender" o i vaccini. Ogni singolo pretesto serve a giustificare insulti e offese, spesso dinnanzi a politici che aizzano attraverso provocazioni che verranno prontamente amplificate e rilanciare con toni inaccettabili.

NomePaese/partitoCommenti
Matteo SalviniItalia/Lega 1.055.000
Luigi Di MaioItalia/M5S 620.000
Matteo RenziItalia/Pd 230.000
Giorgia MeloniItalia/FdI 180.000
Silvio BerlusconiItalia/FI 150.000
Virginia RaggiItalia/M5S 85.000
Alice WeidelGermania/Afd 78.000
Marine Le PenFrancia/FN 67.000
Joerg MeuthenGermania/Afd 60.000
Angela MerkelGermania/Cdu 51.000

I dati indicano come il populismo e le provocazioni servano a creare reazioni. Ad esempio è la destra tedesca del'Adf a collezionare il maggior numero di reazioni sui social all'esterno dell'Italia, seppur il loro traguardo rappresenti solo il 7,3% di quanto si è portato a casa Salvini. E questo nonostante la popolazione tedesca sia composta da 82 milioni di persone contro le 60 che vivono in Italia.
3 commenti