Matteo Salvini si congratula i fondamentalisti anti-gay: «La vostra protezione della famiglia naturale è vitale per la sopravvivenza dell'umanità»



Il leghista Mattero Salvini ha inviato un messaggio di supporto al World Congress of Familes svoltosi in Moldavia, ossia al convegno internazionale dell'integralismo organizzato sponsorizzato dalla Russia e diretto da Brian Brown (già presidente della National Organisation for Marriage).
Incurante di come la sua collezione di fidanzatine e di figli avuti mediante adulterio al di fuori del matrimonio non siano certo espressione di quella "famiglia tradizionale" che dice di voler sostenere, è scimmiottando il linguaggio integralista che il vicepremier si è messo ad usare il termine «naturale» come sinonimo di eterosessuale. In quello che ha tutto l'atto di una benedizione all'odio omofobico, il leghista ha scritto:

Cari amici, cari sostenitori della famiglia naturale, in occasione del XII Congresso mondiale delle famiglie, sono lieto di esprimervi i miei migliori auguri e di congratularmi con voi per le importanti attività che conducete a difesa della famiglia naturale, che è la base della società nella quale noi crediamo.
In questi tempi di aggressione distruttiva e irrazionale ai valori fondanti delle nostre culture, i vostri sforzi per proteggere la famiglia naturale sono un elemento vitale per la sopravvivenza e lo sviluppo dell'umanità, sono estremamente necessari e da apprezzare. Augurandovi un incontro produttivo e fruttuoso, vi porgo i miei migliori saluti.

Il messaggio è stato Brian Brown, presidente del congresso. All'evento partecipano anche gli italiani Toni Brandi (presidente di Provita Onlus) e Alessandro Fiore (addetto stampa di Provita Onlus e figlio del leader di Forza Nuova), insieme al patriarca russo Kiryll, al presidente moldavo Igor Dodon e al segretario di stato vaticano cardinal Pietro Parolin.
«È semplicemente meraviglioso essere qui fra centinaia di leader pro family da tutto il mondo. Ringrazio con tutto il cuore il vicepremier Salvini per il suo sostegno, incoraggiamento e determinazione», ha dichiarato il fondamentalista Toni Brandi.

Clicca qui per ascoltare la lettera inviata da Salvini ai fondamentalisti anti-gay.
3 commenti