La Matikj alla leghista Pucciarelli: «Se davvero non è incline alla discriminazione, presenti le nostre firme in Senato per una legge contro l'omofobia»



Si è svolta oggi l'udienza presso il Tribunale della Spezia che vede indagata per razzismo l'attuale Vice Presidente di Lega Nord in Senato Stefania Pucciarelli. Il Giudice ha acquisito l'amichevole proposta della denunciante Aleksandra Matikj, presidentessa del Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione, che commenta: «La Senatrice Pucciarelli ha recentemente dichiarato pubblicamente che querelerà chiunque le dia da razzista un merito a questa indagine e siccome ne abbiamo preso atto, abbiamo oggi amichevolmente proposto che come gesto, uno e concreto, porti in Senato le nostre 50.000 firme per chiedere la Legge contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia, già approvate l'anno scorso in Camera dei Deputati dalla Presidentessa Laura Boldrini che ci aveva ricevuti a Montecitorio.
Naturalmente, abbiamo altresì suggerito che la Dott.ssa Pucciarelli si impegni per iscritto a non discriminare le persone. Data però la gravità della frase che lei apprezzò con un "Mi piace" sul Social network Facebook: "Un forno gli darei... ai migranti..." lasciamo l'ultima parola e la decisione alle Autorità giudiziarie che si sono riservate di prendere una decisione in merito. Da parte nostra c'è sempre una mano tesa per un confronto civile e costruttivo con chiunque ma vogliamo che in Liguria ed in Italia si sappia che vogliamo semplicemente rispettare ed essere rispettati. Siamo amici degli Italiani, non diversamente. Ed a volte è molto triste vedere come alcune persone usino il fenomeno dell'immigrazione per prendere i voti, fregandosene di quelle che poi potrebbero essere le tragiche conseguenze».
Commenti