Blitz notturno di Forza Nuova contro il sindaco di Ferrara: aveva riconosciuto piene tutele alle figlie di due donne



"No adozioni gay". È questa scritta presente sullo striscione che quattro militanti di Forza Nuova, presentatesi a volto coperto, hanno affisso nottetempo sotto l'abitazione del sindaco di aferrara. Il 17 gennaio Tagliani aveva annotato sull’atto di nascita di due gemelline la sentenza di adozione di un tribunale spagnolo a vantaggio della madre sociale delle bimbe.
Nel rivendicate il blitz attraverso la propria pagina Facebook, il gruppo di estrema destra vaneggia di «passi pesanti come macigni verso la totale distruzione della famiglia naturale» e persino di un fantomatico reato penale che sostengono sia stato compiuto dal primo cittadino.
Se l'omofobia di Forza Nuova è un dato di fatto, la novità è come le loro intimidazioni mirino ora a colpire sempre più frequentemente le abitazioni private degli amministratori comunali che non si piegano alla loro ideologia. Le bambine che chiedono siano rese orfane sono le figlie di due donne ferraresi sposate tra loro.
Commenti