Carolina del Sud. Trump permetterà alle agenzie religiose di negare adozioni a gay e non credenti



Il presidente statunitense Donad Trump pare non voler perdere occasione per ostentare la sua omofobia. La sua amministrazione ha infatti abrogato le protezioni antidiscriminatorie per le agenzie finanziate a livello federale nella Carolina del Sud, permettendo alle agenzie di adozione religiose di poter legalmente discriminare gay e non credenti.
Cathryn Oakley della Human Rights Campaign commenta: «Ogni decisione presa da un fornitore di servizi di assistenza ai minori deve basarsi sul miglior interesse del bambino, punto. Fornire assistenza a questi bambini è di fondamentale importanza e troppi bambini stazionano nel sistema di affidamento perché non ci sono abbastanza genitori adottivi per ogni bambino. Permettere ad un appaltatore federale di poter rifiutare potenziali genitori qualificati -limitando ulteriormente il numero di futuri genitori- è direttamente in contrasto con il miglior interesse dei bambini che aspettano una famiglia».
Il senatore dell'Oregon, Ron Wyden, ha scritto su Twitter: «La decisione dell'amministrazione Trump di autorizzare la discriminazione finanziata dai contribuenti è un affronto ai valori americani, mettendo a repentaglio la sicurezza e la protezione dei bambini vulnerabili in affido in tutta la Carolina del Sud e potenzialmente nel Paese».
Commenti