Emergency replica a Salvini: «Quale mangiatoia? Noi, finanziati dai privati, abbiamo speso oltre 20 milioni di euro in Italia»



«In Italia si entra chiedendo permesso e per favore», dice Salvini. Eppure è con la ruspa che lui ha imposto la sua disumanità a quella maggioranza di italiani che non lo ha votato. Dice che i migranti sono «clandestini» dato che lui li ha resi tali cancellando il principio della protezione umanitaria, grugnendo istericamente che il suo trattare gli stranieri come bestie e il suo voler smantellare i Cara che offrono integrazione sarebbe un modo per mettere in atto il suo motto "prima gli italiani". Quegli italiani a cui lui non ha tolto le accuse come promesso e a cui non ha dato una flat tax come spergiurato quando chiedeva il loro voto.
E se l'Italia è sempre più indebitata, se si sta scoprendo che il reddito di cittadinanza penalizzerà i disabili dato che la pensione di invalidità sarà ritenuta reddito e se si deridono i laureati mente si manda all'Unesco Lino Banfi, il razzismo pare l'unica leva con cui lui possa sperare di trovare voti. È questo il motivo per cui poche centinaia di naufraghi vengono sistematicamente tramutati in un caso mediatico che gli permetta di sbraitare che lui non li vuole e che chi non la pensa come lui non deve poter fiatare dato che lui dice di essere il padrone di casa.
«Se vuoi i migranti, ospitali a casa tua», ripetono a pappagallo i suoi elettori. Peccato che l'Italia sia casa nostra, anche se i leghisti sono statoi convinti che Salvini l'abbia resa loro. Ci stanno rubando la nostra terra oltre alla nostra umanità. Ed infatti i migranti vengono sbattuti in strada in modo da regalare manodopera a basso costo alle mafie mentre gli abusivi di CasaPound possono continuare ad occupare illegalmente i palazzi del demanio dato che il loro amichetto non se la prenderà certo con chi condivide la sua tessa ideologia sulla purezza della razza italica. Lui dice che l'Italia è casa sua e che comanda lui, altrimenti mandiamo via Baglioni dalla Rai o togliamo la scorta a Saviano.

In quella sua strenua creazione di nemici contro cui indirizzare l'inumana ferocia dei suoi proseliti, Salvini ha attaccato pure Emergency, ossia l'associazione che fornisce anche assistenza psicologica a quei terremotati che il suo governo ha abbandonato a sé stessi. Ed è davanti alle sue bugie diffamatorie che Energency risponde:

EMERGENCY non partecipa e non ha mai partecipato a nessuna “mangiatoia”, come ha insinuato il ministro dell'Interno.
I progetti che attualmente EMERGENCY ha in Italia – 11 tra ambulatori mobili e fissi da nord a sud – sono completamente finanziati dai cittadini che vogliono garantire il diritto alla salute agli ultimi, stranieri o italiani che siano, e hanno dato il mandato a EMERGENCY di farlo.
Dal 2006, data di inizio dei nostri progetti in Italia, a oggi abbiamo speso oltre 20 milioni di euro nel nostro Paese per un totale di 365 mila prestazioni offerte gratuitamente, sempre in accordo con le istituzioni presenti sul territorio di riferimento.
Anche per il 2019, continueremo a lavorare nei nostri progetti di assistenza sanitaria di base e specialistica, orientamento socio-sanitario, assistenza psicologica, dalla periferia di Marghera alle zone colpite dal terremoto in Italia centrale. Spenderemo 3 milioni e 50 mila euro. E non prenderemo un euro dal Governo italiano per farlo.
I nostri bilanci sono da sempre consultabili online: sempre meglio sapere di che cosa si parla prima di parlare.

Emergency è italiana ma Salvini l'attacca perché non discrimina. Saviano e Baglioni sono italiani ma Salvini li attacca perché la pensano diversamente da lui. La Boldrini è italiana ma lui la insulta per cercare voti attraverso il suo ostentato bullismo. Ed italiani sono anche quei bambini di colore che lui ha reso vittima di bullismo o tutti quei cittadini che non vogliono essere suoi complici. Prima gli italiani? Non pare proprio.
5 commenti