Il mormone che «curava» i gay fa coming out ed annuncia di essere alla ricerca id un fidanzato



David Matheson era un famigerato mormone che proponeva fantomatiche cure dell'omosessualità. Insomma, era uno uno di quei personaggi che la signora Signora De Mari sostiene sarebbero «prova scientifica» del suo sostenere che l'omosessualità debba essere ritenuta «reversibile» da chiunque frequenti i suoi comizi politici organizzati in chiese ed oratori.
Ed il fantomatico "terapeuta" era esattamente l'uomo che la signora cita: ha lavorato insieme a Joseph Nicolosi ed era ritenuto uno dei più conosciuti mormoni che praticavano fantomatiche terapia di conversione che avrebbero dovuto essere in grado di «aiutare» i gay a vivere «in linea con gli insegnamenti della chiesa» in un'ottica in cui gli omosessuali dovrebbero reprimere i loro sentimenti al fine di sposare persone che non amano purché siano del sesso opposto. Peccato abbia fatto coming out ed abbia dichiarato di essere alla ricerca di un uomo.
Dice di ricordare i suoi colleghi «con affetto e gratitudine per la gioia e la crescita che ha causato in me e in molti altri, ma avevo smesso di crescere e stavo iniziando a morire» e di come «continuo a sostenere i diritti delle persone a scegliere come rispondere alle loro attrazioni e identità sessuali. Con quella libertà, ora sto scegliendo di perseguire la vita da gay».
E se è evidente a tutti che il sostenere si possa «scegliere» di essere gay sia una stupidaggine madornale, evidente è come un uomo che per decenni ha passato la vita ad inculcare sensi di colpa nelle sue vittime non accetterà mai di aver mento a sé stesso così a lungo al solo fine di compiacere i pregiudizi di una Silvana De Mari qualunque.
Wayne Besen di Truth Wins Out ha commentato: «Se la terapia di conversione non funziona per autori come David Matheson che scrivono libri a sostegno di una pratica così screditata, è ingenuo aspettarsi che funzioni per coloro che leggono pubblicazioni così ingannevoli».
1 commento