La Corte Suprema appoggia Trump nel suo desiderio di mettere al bando i militari trans



Dopo aver imposto le sue nomine, Dond Trump ha ottenuto il favore della Corte Suprema degli Stati Uniti nel pretendere la sistematica discriminazione delle persone transessuali. Nonostante tutti i giudici liberali si siano dichiarati contrari, i suoi uomini hanno sancito che Trump aveva il diritto di poter prender che le persone transessuali fossero cacciate dall'esercito in quanto a lui sgradite.
La decisione della Corte non rappresenti un obbligo alla sistematica discriminazione, ma rischia comunque di essere un lasciapassare per qualunque distinguo vorrà essere deciso dai vertici delle forze armate. Attualmente sono circa 10mila i militari trans che rischiano di essere messi alla porta in nome della transofobia del loro presidente mentre l'amministrazione dice che i militari trans dovranno sacrificare parte delle loro libertà personali se vorranno poter servire il proprio Paese.
2 commenti