Costanza Miriano mostra apprezzamento per chi definisce i gay come «diversamente uomini»



Pare che anche la fondamentalista Costanza Miriano non sappia trattenere la sua gioa davanti alla censura che Google ha inflitto a Gayburg. Riconfermandoci quanta falsità ci sia dietro al loro sostenere che l'omofobia sarebbe una presunta «libertà di opinione» mentre festeggiano le limitazioni alla libertà di espressione di chi contesta la loro ideologia del disprezzo, il fatto che i maggiori leader del fondamentalismo organizzato vogliano tapparci la bocca è per noi un motivo di vanto. Evidentemente abbiamo lavorato bene nel sbugiardare le loro bufale e nel sottolineare come Dio non possa avere nulla a che fare con l'ideologia anticristiana che viene da loro promossa in stupro al suo nome.

Ed è così che la signora Costanza Miriano ha condiviso un post di Filippo Savaese (direttore italiano della CitizienGo) in cui si mostrava una nostra semplice considerazione. Non senza dimenticarsi di aggiungere un commento diffamatorio in cui sosteneva che la libertà di opinione sarebbe «bullismo» se in contrasto sol suo sostenere che Dio la preferirebbe ad altre donne in virtù di come lei si faccia penetrare la vagina da quell'uomo che ha sposato segretamente per aggirare le norme della Rai contro l'assunzione di parenti e per incassarsi assegni da madre single che non le sarebbero spettati, scrive:


Tra i pochi commenti troviamo il consueto odio e la consueta rabbia che contraddistingue i suoi seguaci. In uno di questi, un tale ci definisce «diversamente uomini» e la signora Costanza Miriano risulta una delle tre persone che hanno dimostrato pubblico apprezzamento per l'insulto.


Se è già surreale che una donna che commercia la bufala «gender» possa accusare qualcuno di dire «falsità», la donna che ci accusa di «bullismo» si è affrettata a rilanciare un articolo dell'omofoba Nuova Bussola Quotidiana per sostenere che lei non vede omofobia nella Chiesa ed esiga che l'omosessualità venga «attaccata» in nome di come lei sostenga che i gay «corromperebbero» la Chiesa:


Sarà, ma i fatti paiono commentarsi da soli.
4 commenti