L'ultima follia di Mario Adinolfi: «Formigoni è stato condannato perché cattolico»



Roberto Formigoni è stato condannato in via definitiva per aver ricevuto da Pierangelo Daccò l'uso esclusivo di yacht, l'acquisto di parte di una villa e un totale di 6,6 milioni di benefit in cambio di vantaggi per due strutture sanitarie che in un decennio si sono assicurate finanziamenti pubblici per 120 milioni di euro.
Eppure Mario Adinolfi sbraita che il suo amichetto in omofobia sarebbe stato «ingiustamente» condannato perché «cattolico». Pare follia, ma è quanto il fondamentalista scrive sulla sua pagina Facebook, vantandosi si come lui sia l'unico a sostenere quella tesi:

La Croce apre oggi sulla condanna definitiva a Roberto Formigoni, per il quale si aprono le porte del carcere senza sconti. Formigoni è il primo politico a subire a 72 anni gli effetti del decreto spazzacorrotti, che equipara i politici a terroristi e mafiosi non concedendo loro alcun beneficio penitenziario. Per capirci, Berlusconi andò ai servizi sociali, Formigoni no, si farà anni di galera vera. Siamo l'unico quotidiano ad avere un articolo in prima pagina intitolato: una condanna ingiusta. Scriviamo di più: se non fosse stato un politico cattolico, non sarebbe stato condannato. Il sistema delle regioni rosse è infinitamente più corruttivo di quello con vacanze e aragoste "senza ricevute" che fanno finire in galera Formigoni. Nessun'altra prima pagina avrà il coraggio di dirlo.

Tra i commenti, Adinolfi rimarca come lui reputi ingiusto che il suo amico Formigoni non possa godersi i soldi sottratti ai cittadini lombardi, proponendo un surreale parallelo con Corona:

Non può accedere a nessun beneficio penitenziario, deve scontare la condanna in carcere, niente affidamento ai servizi sociali. Fabrizio Corona, condannato a 14 anni, sopo 2 era da don Mazzi, per capirci.

ma al posto di sostenere che Corona sarebbe dovuto restare in carcere, Adinolfi si lamenta di come Formigoni non verrà rilasciato. Eppure i danni arrecati ai cittadini lombardi non paiono così irrilevanti, dato che non manca chi magari è persino morto perché gli è stato negato un'esame sanitario tempestivo dato che non c'erano soldi e la regione era impegnata a foraggiare chi ha corrotto un funzionario pubblico.

Immagini: [1] [2] [3] [4]
6 commenti