Feltri attacca Greta: «Sciocchina, dovresti essere felice del surriscaldamento globale»



L'élite sovranista penta-leghista pare spaventata a morte all'idea che una ragazzina autistica di sedici anni possa mettere in piedi una protesta di piazza con milioni di partecipanti. Il loro proporsi come presunta "gente del popolo" si basa sul pretendere che la gente gli demandi ogni decisione, non certo che possano esprimere opinioni o addirittura mobilitarsi. È probabilmente questo il motivo per cui i servi dell'élite sono impanati da giorni ad inveire contro Greta.
Tra loro anche un Vittorio Feltri, capace di firmare un messaggio surreale diffuso sui social:


Il signor Feltri pare essersi dimenticato di come Greta abbia iniziato lo sciopero della scuola in seguito a un’ondata di calore a 40 gradi e incendi che ha devastato la Svezia. E se forse ritiene che gli effetti del disastro ambientale colpiranno solo chi verrà solo il suo trapasso, la sua posizione pare espressione di quel leghiamo per cui "prima vengo io" e degli altri non me ne frega nulla. Soprattutto se il leghista vuoel inquinare il pianeta con il suo SUV sbraitando che i bambini non devono rompergli le scatole dato che a lui non gliene frega nulla del loro futuro, gli interessa solo poter fare tutto ciò che ha voglia di fare.
3 commenti