Il ministro del turismo malese nega che nel suo paese esistano gay



Davanti ad un giornalista che gli aveva semplicemente chiesto se la Malesia fosse accogliente verso i turisti gay, il ministro malese per il turismo, le arti e la cultura ha affermato che nel suo Paese non esisterebbero omosessuali. «Non credo che abbiamo qualcosa di simile nel nostro paese», ha dichiarato Mohammaddin Ketapi durante una fiera del turismo a Berlino.
Se il negazionismo pare essere ormai divenuto una prassi per gli omofobi, a dispetto della sua affermazione c'è l'evidenza di una grave repressione governativa nei confronti dei gay malesi. Solamente nell'ultimo anno, la polizia ha fatto irruzione in diversi locali lgbt per arrestare tutti i presenti.
Il primo ministro malese, Mahathir Mohamad, definì «inaccettabile» l'omosessualità e dichiarò che «in Malesia è un qualcosa che non possiamo accettare, anche se è visti come diritti umani nei paesi occidentali. Mentre su alcune cose siamo d’accordo con Suhakam, dobbiamo ricordare a Suhakam che la Malesia ha un diverso sistema di valori rispetto agli occidentali».
Commenti