Legittima difesa. Il mantra diventa legge, ma è la solita bolla propagandistica



In un qualunque Paese civile, non farebbe molta carriera un ministro che gestisce la polizia e che se va in giro a dire che sarebbe meglio comprarsi una pistola dato che lui non saprà garantire la vostra sicurezza. Ma qui siamo in Italia e Salvini vive come un successo personale l'aver compiaciuto i più perversi desideri di quegli esaltati leghisti che sognano di poter giocare a fare i Walker Texas Rangers.
Oggi esultava come un bambino per l'approvazione in Senato della sua legge sulla cosiddetta "legittima difesa" e per mesi si fatto fotografare con chiunque avesse ucciso una persona dal colore della pelle conforme alla sua propaganda. Ad ogni occasione ripeteva come un mantra che per lui «la difesa è sempre legittima».

Se nella foto di apertura lo vediamo tutto tronfio mentre esprime solidarietà al benzinaio che ha freddato un rapinatore e che è stato accusato di eccesso colposo di legittima difesa, potremmo osservare che l'uomo è stato assolto con la vecchia legge. E forse dovremmo anche osservate che i suoi slogan appaiono un po' diversi dalla legge approvata oggi, dato che nella sostanza non cambierà nulla. Come sempre, siamo davanti ad una bolla propagandistica che non avrà effetti concreti (nel bene e nel male).

Secondo l'Associazione Italiana dei Professori di Diritto Penale:

I cittadini devono infatti essere informati che, se si uccide o si ferisce qualcuno, nessuna riforma potrà mai assicurare che non vengano svolti accertamenti penali o che essi siano meno approfonditi di quelli che si compirebbero in caso di uccisione del cane del vicino.
Le indagini processuali saranno invece necessariamente maggiori.
Si possono infatti eccedere i limiti della difesa anche intenzionalmente (per dare una bella lezione all'aggressore): fatto punito ovunque, non solo in Italia.
E verificare se l'eccesso sia stato intenzionale, oppure no, comporta già un'indagine penale. Che è obbligatoria, non discrezionale.

Dunque non cambia nulla, ma Salvini ritiene che il proporsi come quello che ha depenalizzato l'omicidio gli porterà voti.
2 commenti