Nausica Della Valle si ricicla nell'ennesimo comizio di promozione delle fantomatiche "terapie riparative"



Chissà quanti soldi avrà pattuito per andare a raccontare che Dio le vuole sicuramente più bene perché ora lei fa sesso con uomini. Fatto sta che la signora Nausica Della Valle è tornata a proporsi come «testimonianza» di come non vi sarebbe dubbio alcuno sul fatto che Dio odia i gay e che questi farebbero bene a conformarsi ai desideri sessuali di Pillon se non vogliono che la Chiesa non li renda vittime di odio e di discriminazione.
Nella sua crociata, l'ex inviata di Quarta Colonna sarà affiancata da un tizio di nome Matthew Grech, un ex concorrente di un reality canoro che approfitta di questi incontri per cercare di piazzare i suoi cd.

A pubblicizzare il tutto è il gruppo evangelico "Amore puro", una specie di setta che cerca di vendere quelle fantomatiche "terapie riparative" che rappresentano una redditizia fonte di guadagno per il loro leader.
Sul sito di riferimento, il gruppo evangelico propone alcune fantomatiche «testimonianze» di fantomatici «ex-gay» a cui vengono attribuite frasi che trasudano fanatismo. Ad esempio, un ragazzo rumeno sosterrebbe: «Ero bisessuale ma la fede in Dio mi ha guarito». Una statunitense racconta che si sarebbe detta: «Annie, Dio non ti ha fatta gay. È stato il diavolo. Io e la mia ex siamo diventate cristiane». Si sostiene che per essere cristiani si debba essere eterosessuali e si fa molta attenzione a cercare di convincere i bigotti che i gay non nascerebbero così e che quindi non c'è motivo per sentirsi in colpa nel giudicarli. E non manca neppure l'indonesiano spacciato per «ex-transessuale» che avrebbe smesso di essere tale perché la transessualità è sbagliata e «Dio non commette errori».
Nella scheda dedicata a Matthew Grech, al ragazzo che ha cercato di ottenere fama con X-Factor viene attribuita una citazione della lettera ai Corinzi in cui si sostiene che «né idolatri, né adùlteri, né effeminati, né sodomiti, né ladri, né avari, né ubriachi, né oltraggiatori, né rapinatori erediteranno il regno di Dio».
Seguono articoli come: "Proprietario di una discoteca gay l'angelo della morte lo visita e si ravvede", "Al massacro di orlando si ravvede con l'arma puntata", "Lesbica perché molestata ma cristo mi ha guarita", "Da transgender a figlia di Dio". Molti testi tentato di sostenere che i gay siano stati abusati da bambini, molti altri provano ad accostarli all'Aids (non senza mancare spergiurare che gay in fin di vita sarebbero miracolosamente guariti dall'Aids nel momento stesso in cui hanno promesso che avrebbero fatto sesso solo con donne).

E se a nessuno dovrebbe fregare nulla di cosa la signora Nausica Della Valle ami fare fra le lenzuola, il problema di questi incontri è che spesso sono rivolti a genitori omofobi che, in nome delle loro «testimonianze», si sentiranno legittimati a rendere un inferno la vita dei propri figli.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12]
3 commenti