Oggi il Ministro dell'interno ha attaccato un bambino di 13 anni



«Rami vuole lo Ius Soli? Si faccia eleggere e cambi la legge». Così Matteo Salvini ha sfottuto il tredicenne che ha sventato una possibile strage a San Donato Milanese.
Se in un primo momento il leader leghista aveva cercato di sfruttare il ragazzino per farsi campagna elettorale attraverso la promessa di una raccomandazione per ottenere la cittadinanza, il suo idillio è finito quando Rami ha dichiarato: «Se mi daranno davvero la cittadinanza italiana sarò felice. Per essere schietti, è il mio sogno. Ma allora dovrebbero darla anche a mio fratello e ai miei compagni di classe di origine straniera che vivono in Italia da tanto tempo e magari sono pure nati qui».
Aizzando i suoi seguaci contro il minorenne, il ministro leghista ha chiosato: «La legge sulla cittadinanza va bene così com'è».
3 commenti