Il Tg1 polemizza con Macron, sostenendo avrebbe dovuto gettare bombe da 6 tonnellate contro Notre Dame



Sarà che il direttore del Tg1 è stato piazzato lì dal governo allolo scopo di denigrare i nemici di Salvini, ma pare surreale che un telegiornale del servizio pubblico possa mettersi ad inveire contro Macron dicendo che avrebbe dovuto dare ascolto a Donad Trump e avrebbe dovuto scagliare bombe d'acqua da oltre sei tonnellate contro la struttura già danneggiata della cattedrale di Notre Dame.
Se basterebbe anche solo un minimo di buonsenso per comprendere che sarebbe stato folle gettare 5.443 litri di acqua sulla struttura danneggiata di edificio costruito nel 1163 in fiamme (pare evidente che, oltre ad arrecare maggiori danni alla cattedrale, si sarebbero potuti danneggiare i palazzi adiacenti e le persone che si trovavano dei dintorni), è in chiusura di telegiornale che il conduttore ha polemizzato contro una Francia che non ha eseguito gli ordini impartiti da Trump:


Se il nostro servizio pubblico preferisce dare ascolto alle idee di chi ama dare aria alla propria bocca, la sicurezza civile francese ha spiegato che «l'elicottero o l'aereo, il peso dell'acqua e l'intensità della caduta a bassa quota potrebbero effettivamente indebolire la struttura di Notre-Dame e causare danni collaterali agli edifici vicini&taqruo;. Tale opinione è stata condivisa anche dal vicepresidente di Dassault Aviation, Stéphane Fort, che su Twitter ha spiegato come un intervento dei Canadair avrebbe potuto portare «al crollo della chiave di volta e dell'intera struttura».

Non meno preoccupante è anche come il Tg1 si sia anche collegato telefonicamente con monsignor Paglia per chiedergli di «aiutarli a capire il valore della cattedrale per l'intera cristianità», quasi come se quello non fosse un patrimonio dell'umanità ma un qualcosa di parte. Ed ovviamente è sulla base di quell'ideologia che oggi Il Giornale non ha esitato un solo secondo a dire che i mussulmani debbano essere puniti per l'incendio scaturito probabilmente a causa dei lavori di ristrutturazione:

5 commenti