Mimmo Lucano completamente scagionato da ogni accusa. Si attendono le scuse del Viminale



La Cassazione ha dichiarato che Mimmo Lucano non ha commesso alcuna frode negli appalti e che non favorì matrimoni di comodo. Se solo fosse capace di provare vergogna, c'è qualcuno al Viminale che dovrebbe chiedere scusa per la quantità di fango che ha sparso a scopi elettorali, tutto impegnato nel tentare di distruggere il modello Riace dato che funzionava troppo bene e smentiva il suo sostenere che l'integrazione non fosse possibile.
Siamo davanti a due volti dell'Italia. Uno difende il suo "diritto" al sequestro illegale dei migranti, l'altro promuoveva accoglienza. Uno si difende dai processi, l'altro si difende durante i processi.
nella sentenza è risultata ingiustificata anche l'esilio disposto nei suoi confronti, ma al momento Lucano non potrà far ritorno nella sua città dato che la Cassazione ha chiesto l'annullamento ma ha rinviato la decisione al Tribunale di Reggio Calabria.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5]
1 commento