Basta agitare una madonnina o un rosario per potersi dire cristiani? La Bibbia dice di no



Pare surreale che quello stesso partito che trae profitto dalla creazione di odio e di generalizzazioni contro l'Ilsam sia quanto di più simile all'Islam radicale esista in Europa. Non gridano «Allah akbar», ma vanno alle conferenze stampa brandendo rosari o benedicono chi prega contro interi gruppi sociali. Non gettano i gay dai tetti, ma sostengono patrocinano chi vuole "curare" i gay o chi dice che l'omofobia sarebbe «un'opinione» anche se miete vittime.
A guardare le pretese del senatore leghista Simone Pillon, osserviamo un uomo che nomina il nome di Dio invano giurando che ogni sua pretesa sia il suo volere. Ed è così che inizia a raccontarci che lui vuole imporre per legge delle regole che stabiliscano un unico modo in cui si debba nascere, che definiscano chi si possa amare o sposare, cosa si debba fare fra le lenzuola, quanto tempo i bambini debbano passare con i genitori del sesso stabilito dalla Lega, come si debba morire... Nel caso di Zucconi, il senatore leghista arriva persino a pretendere di poter decidere che cosa si debba fare dopo la morte.
Anche a voler credere ad una sua improbabile buonafede, Pillon è un uomo che non dice di ritenere che a Dio possano far piacere quelle sue limitazioni alle libertà altrui, giura che quello sia il volere dopo essersi posto come il detentore della verità divina contro l'uomo. È esattamente quello che fanno i leader dell'Isis quando citano Dio prima di lapidare a morte le donne o di gettare dai tetti i gay. E donne e gay sono esattamente gli stessi gruppi sociali che risultano vittima anche delle invettive del leghista, impegnato da anni nel tentare di assicurare che le loro vite siano danneggiate in nome della sua propensione a giustificare nel nome di Dio ogni più perversa forma di discriminazione.

In passato sono stati molti i leader politici e i dittatori che hanno invocato Dio per sé stessi ed è sempre andata a finire male. E dato che questi personaggi dicono di sentirsi molto "cristiani", forse dovrebbero sapere che fu lo stesso Gesù ad averci messo in guardia sui falsi Cristi che si spacceranno per il Messia e affermeranno di essere i salvatori del mondo. È scritto nella Bibbia, in Matteo 24:23-26: «Allora, se qualcuno vi dice: "Il Cristo qui", oppure: "È là", non lo credete; perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno grandi segni e prodigi da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti. Ecco, ve l’ho predetto. Se dunque vi dicono: "Eccolo, è nel deserto", non v’andate; "eccolo, è nelle stanze interne", non lo credete».
Ed anche Paolo, nella sua lettera ai Cristiani, parla dei falsi apostoli che predicano un falso Gesù: «Ma temo che, come il serpente sedusse Eva con la sua astuzia, così le vostre menti vengano corrotte e sviate dalla semplicità e dalla purità nei riguardi di Cristo». «Quei tali sono falsi apostoli, operai fraudolenti, che si travestono da apostoli di Cristo. Non c’è da meravigliarsene, perché anche Satana si traveste da angelo di luce. Non è dunque cosa eccezionale se anche i suoi ministri si travestono da servitori di giustizia; la loro fine sarà secondo le loro opere».
Nella Bibbia, in 2 Tessalonicesi 2:8-10, troviamo anche: «E allora sarà manifestato l’empio, che il Signore Gesù distruggerà col soffio della sua bocca, e annienterà con l’apparizione della sua venuta. La venuta di quell’empio avrà luogo, per l’azione efficace di Satana, con ogni sorta di opere potenti, di segni e di prodigi bugiardi; con ogni sorta d’inganno e d’iniquità a danno di quelli che periscono perché non hanno aperto il cuore all'amore della verità per essere salvati».
Ed è nei Vangeli che si spiega che coloro che seguono i falsi Cristi si considerano sinceramente veri credenti che svolgono attivamente l’opera del Cristo. Lo afferma Matteo 7:22,23: «Molti mi diranno in quel giorno: "Signore, Signore, non abbiamo noi profetizzato in nome tuo e in nome tuo cacciato demoni e fatto in nome tuo molte opere potenti?" Allora dichiarerò loro: "Io non vi ho mai conosciuti; allontanatevi da me, malfattori"».

Quindi La Nuova Bussola Quotidiana può riempire le sue paginette traboccanti d'odio con tutti i santini che vuole. Brandi può agitare un rosario per chiedere che si infliggano atroci agonie ad un neonato. Salvini può brandire Madonne e rosari mentre promette che lui cancellerà l'accoglienza e ogni forma di protezione umanitaria. Pillon può invocare Gesù Cristo e il leghista Fontana può benedire chi prega contro il prossimo... ma è lo stesso Gesù Cristo a raccontarci che tutto ciò è ininfluente ai fini di una vera fede. Perché dove non c'è amore e non c'è accoglienza, non può esserci Dio.
5 commenti