Conte smentisce Salvini: «Evitare l'aumento non sarà facile»



Matteo Salvini ama ricorrere ad una voce petulante ed infastidita nello sbraitate ai giornalisti che lui giura sulla vita dei suoi figli che non ci sarà alcun aumento dell'Iva. A smentirlo è il premier Conte che, parlando all'assemblea di Rete Imprese Italia, ha ammesso che l'aumento è pressoché inevitabile.
Dato che il governo giallo-verde ama incolpare gli altri di qualunque cosa, dicono che sarebbe tutta colpa delle clausole di salvaguardia approvate in passato. Peccato che ad approvarle sia stato l'esecutivo di Berlusconi, di cui Salvini era parte.
L'Iva è dunque in procinto di passare dal 10 al 13% per i beni di prima necessità e dal 22 al 25,2% su tutto gli altri consumi. Tutto costerà di più per finanziare le promesse elettorali dei sovranisti (tanto a pagare è il popolo).

Nel frattempo, Digos e vigili del fuoco avranno molto da lavorare se vorranno censurare gli oltre 200 striscioni contro Salvini affissi sui balconi di Caltanissetta in previsione del suo comizio elettorale di domani. Uno dei tanti appuntamenti che vede il ministro più interessato ai propri affari piuttosto che a trovare un modo per non mandare in bancarotta l'Italia.
5 commenti