Don Mirco Bianchi invita a votare Salvini in nome dell'odio religioso



Dopo aver sponsorizzato omofobia e misoginia, è facendo politica che don Mirco Bianchi (il prete vicino ai gruppi neofascisti di Provita Onlus e di altre realtà omofobiche) continua a pubblicare messaggi in cui giura su Dio che la madonna esigerebbe che si voti il suo amato Matteo Salvini. Tra insulti al sentimento religioso, mistificazioni e menzogne, il parroco di Villamarina e Gatteo Mare non si è risparmiato neppure da messaggi patetici come questo:


Se non si capisce che senso abbia paragonare chi rispetta le tradizioni di una terra e chi bestemmia Dio brandendo rosari mentre promette discriminazioni e violenze, il signor Bianchi pare essere pronto a spergiurare qualunque cosa pur di contribuire all'ascesa del suo Salvini e alla promozione di sistematiche discriminazioni di interi gruppi sociali.
Commenti