Google ha rimosso il blocco inflitto da mercoledì scorso all'informazione di Gayburg



La prima volta si era alzato un polverone spontaneo. La seconda avevamo ottenuto solo qualche articolo. Questa vota abbiamo dovuto sospendere le pubblicazioni per ottenere visibilità sulla censura che Google ci ha inferto. La prossima chissà...
Dopo nove giorni, il colosso di Mountain View ha rimosso la pagina che inibiva l'accesso ai nostri articoli. Forse, con un po' di fortuna, tra qualche settimana torneremo ad essere indicizzati sui motori di ricerca dopo che il loro provvedimento ci ha fatto rimuovere. Il tutto, come loro prassi, senza alcuna comunicazione e senza alcun intervento da parte nostra.
Al momento pare che Gayburg sia tornato fruibile e che possa riprendere le pubblicazioni... perlomeno sino al prossimo blocco.
2 commenti