Il complottismo dei fondamentalisti: «Censurano chi dice la verità: l'omosessualità è un disturbo psicologico»



Il complottismo del fondamentalismo cattolico è surreale. Se giurano su Dio che loro non vedono alcun cambiamento climatico e che Greta sarebbe una «cretina», loro di inventano fantomatiche «ideologie gender» e teorie surreali volte a cercare di dimostrare che i gay sarebbero «malati».
L'ennesimo caso di isteria integralista fa leva su un articolo scritto da una psicologa chiamata Daniela Scipione in cui si afferma che «l'androfobia porta all'omosessualità femminile». Quando la frase è stata fatta notare al sito che ospitava il suo articolo, si sono giustificato dicendo che si trattava di un refuso. Se il buonsenso avrebbe dovuto portare alla chiusura della vicenda, su molti siti sedicenti religiosi hanno a gridare al complotto gender, spergiurando su Sant'Eusebia che Pisconline abbia detto che si trattava di un refuso per volontà di una fantomatica «lobby gay» che impedirebbe di poter dire «la verità» sulla natura sbagliata di chi non è conforme ai pruriti sessuali di Pillon:


1 commento