Il concorso di Salvini. A vincere è un suo candidato



Se già è umiliante vivere in un Paese in cui il vicepremier mette in palio la pubblicazione dei selfie di chi maggiormente lo idolatra in rete, patetico è che a "vincere" possano essere i suoi candidati. Eppure sembra che prima degli italiani vengano i suoi più fedeli servitori:




Tutto questo accade mentre Matteo Salvini distrae il popolo mentre cerca di assegnarsi più poteri e di introdurre la punibilità dell'opposizione politica. Nel suo nuovo decreto, sarà delitto ogni forma di opposizione attiva o passiva a pubblico ufficiale nelle manifestazioni:

1 commento