Il figlio di Roberto Maroni si candida con la sinistra contro la Lega



Per fortuna non è detto che da tale padre debba dipendere tale figlio. Se Salvini ha visto suo figlio protestare contro le sue politiche e se la Gandofini ha assistito a sua figlia pronta a chiedere che gli sia impedito di imporre le sue teorie contro la famiglia, anche il leghista Roberto Maroni vedrà suo figlio candidato in una lista civica di sinistra che cercherà di fronteggiare l'odio su cui si fonda l'ideologia leghista.
Il 21enne è infatti candidato alle comunali di Lozza, in provincia di Varese, all'interno di una lista civica sostenuta dal centrosinistra che appoggia il sindaco uscente Giuseppe Licata. Di contro, la Lega di Salvini e di Pillon appoggerà la padano Mara Rossi, chiamata a dare voce al populismo omofobo e razzista dell'estrema destra finanziata dalla lobby di Steve Bannon.
Commenti