L'alleato di Salvini offriva contratti governativi ai russi in cambio di sostegno politico



Si scattava selfie con lui, sostenendo che la loro alleanza populista sarebbe servita a «salvare i nostri popoli» dalla solidarietà, dalla tolleranza e da tutte le altre forme di non-violenza che non piacciono alla Lega.
Peccato che il suo amichetto Strache del Fpoe, ossia del partito di estrema destra austriaca, è stato sorpreso a offrire contratti governativi ai russi in cambio di sostegno politico.

Qualcuno dovrebbe rendere conto di questo:

6 commenti