Lo Chi paga l'ingente scorta che lo stato offre gratuitamente a Roberto Fiore?



Tre pulmini, una jeep, una volante della polizia, due gazzelle dei carabinieri e quattro automobili della polizia locale. Erano tutti lì, a spese dei contribuenti.
Tanto è costato agli italiani la scorta che il ministro Salvini pare abbia voluto concedere a Roberto Fiore per la sua presentazione di una lista di Forza Nuova nel comune bergamasco di Bagnatica (Bg). A questo punto, dato che i vigili del fuoco sono impegnati a rimuovere gli striscioni contro Salvini e la polizia è tutta impegnata ad accompagnare i suoi amici durante le loro faccende, ci sarebbe da domandarsi chi è che basa alla pubblica sicurezza...
E questo senza neppure voler osservare che il ruolo della polizia non è così chiaro, dato che pare incredibile che nessun agente si sia mosso quando ieri, in occasione della sua manifestazione non autorizzata,un picchiatore di Fiore ha aggredito uno studente davanti agli occhi di agenti che non hanno neppure provveduto all'identificazione dell'aggressore (qui il video). Eppure basta scandire slogan contro Salvini e la Digos pretende di schedare gli oppositori politici...
2 commenti