L'Oms rimuove la transessualità dall'elenco delle patologie mentali



Come preannunciato a fronte di un'evidenza ampiamente riconosciuta nel mondo medico, l'Organizzazione mondiale della sanità ha ha ufficialmente adottato l'undicesima revisione della classificazione statistica internazionale delle malattie e dei problemi sanitari connessi (ICD-11) che entrerà in vigore il 1° gennaio 2022. Ed è in quel documento che la transessualità è stata finalmente rimossa dall'elenco delle patologie menali, con buona pace per tutti quei fondamentalisti cattolici che si appellavano a quella classificazione per promuovere odio transofobico.
L'incongruenza di genere compare ora come "condizione di salute sessuale" in virtù di come fosse necessario tutelare le persone lgbt dallo stigma pur assicurandogli l'aiuto medico di cui necessitano.
1 commento