Salvini commenta il voto col crocefisso in mano



Prosegue lo stupro dei simboli religiosi da parte di Matteo Salvini che, dopo aver preferito centinaia di comizi al suo lavoro da ministro, annuncia che si recherà nel suo ufficio a seguire gli scrutini. In un Paese normale, un ministro non andrebbe in televisione ad annunciare che farà il suo lavoro al posto di occuparsi dei suoi interessi quasi fosse un evento straordinario.

A fare ironia è la senatrice Monica Cirinnà, la quale twitta:


Grave, però, è osservare come Salvini ami compiere azioni in misura in quanto siano sgradite ai cittadini. Ed è così che se la Chiesa denuncia un uso blasfemo dei simboli sacri, lui cerca di usarli in modo ancor più blasfemo in un atteggiamento tra il bullo e il bambino capriccioso.
Ma se gli italiani lo votano, evidentemente se lo meritano. L'importante è che poi non piagnucolino se Salvini li porterà nel dirupo o se i loro figli verranno educati a ritenere che la sopraffazione paga.
Commenti