Salvini ha investito migliaia di euro per mostrare video anti-migranti ai minorenni



Ha speso oltre 5mila euro per inviare un video contro i migranti a dei ragazzini. Stiamo parlando di Matteo Salvini, il sovranista che pare abbia individuato nei bambini in età compresa tra i 13 e i 17 anni i destinatari ideali per un bombardando con video di violenza in cui i protagonisti negativi sono per lo più persone di colore.
A dover intervenire sarebbe il comitato per la difesa dei minori, ma pare difficile che il senatore leghista Simone Pillon possa risultare intenzionato a muovere un solo dito contro gli interessi propagandistici del suo partito.
Lo schema è sempre lo stesso. Salvini prende un fatto di cronaca, lo manipola e lo propina come paradigma della categoria. Ad esempio, è per mostrare un uomo di colore che non aveva il biglietto, la Lega ha investito quasi cinquemila euro al fine di raggiungere circa 10.000 minorenni.
In totale Salvini ha speso 90.713 euro per promuovere il razzismo sui social, con una media di 2.109,60 euro ad inserzione.
Nei giorni scorsi Facebook ha rimosso un video sponsorizzato pubblicato da Salvini su un venditore ambulante che aggrediva un vigile urbano. Ma accade raramente e solo dopo che migliaia di monorenni hanno subito quelle immagini.
4 commenti