Silvana De Mari: «Se fossi ministro all'istruzione, obbligherei tutti a studiare solo la mia religione»



Silvana De Mari non si limita a continuare a definirsi opinabilmente «cattolica» nonostante ogni suo gesto ed ogni sua parola paiano testimoniare l'esatto contrario, pare ossessionata anche dal suo desiderio di imporre la sua presunta religione (fatta di odio contro i gay e contro gli stranieri) attraverso l'imposizione e obblighi che esige siano inflitti a chi osa avere un pensiero diverso dal suo.
Non male, se si considera che la signora continua ad andare nelle aule dei tribunali per tentare di sostenere che il suo odio contro i gay sarebbe «libertà di opinione» mentre chiede che quella libertà sia tolta agli altri.

Clicca qui per guardare il video.
Commenti