Giorgia meloni torna a promuovere l'odio razziale. I suoi seguaci vogliono sparare ai migranti



Sarà che Giorgia meloni e Matteo Salvini traggono il loro profitto economico dalla promozione dell'odio razziale, ma ci sarebbe da domandarsi fino a dove saranno disposti a spingersi con la loro retorica ossessivamente finalizzata a tentare di sostener che tutti gli stranieri siano dei delinquenti.
Nonostante la leader di fratelli d'Italia non abbia avito nulla da ridire col sostenitore di Salvini che dileggò una poliziotta durante il suo congresso integralista di Verona, è su Twitter che oggi sbraita:


Se è aberrante che una donna che si fregia del simbolo dei "cristiani perseguitati" sia capace di aizzare i suoi seguaci a chiedere l'uccisione sommaria degli immigranti, surreale è come ometta completamente le motivazioni del giudice dato che lei pare sostenere che la giustizia sbagli e che il suo odio abbia sempre ragione.
Commenti