In 8mila sfidano le minacce integraliste e partecipano al Pride di Kiev



Il Pride di Kiev, in Ucraina, è una manifestazione che annualmente subisce minacce e raid da parte dei militanti di estrema destra e del fondamentalismo religioso. È questo il motivo per cui il percorso viene limitato e la polizia è costretta ad accerchiare a testuggine i manifestanti dl fine di proteggerli dalla ferocia omofoba. Con loro, anche decine di veicoli delle forze dell’ordine e agenti a cavallo.
In ottomila hanno deciso di richiare la vita e di manifestare, mentre un migliaio di militanti di estrema destra e membri di organizzazioni ortodosse hanno provato a ostacolare la manifestazione, con la polizia che ha impedito potessero ricorrere alla violenza fisica oltre a quegli scandalosi insulti che hanno sbraitato per tutto il tempo.
Commenti