L'Islanda introduce il terzo genere ed alcune tutele per le persone trans



Con 45 voti favorevoli, 3 astensioni e nessuno contrario, l'Islanda ha approvato una legge che risparmierà le persone trans dall'invasivo processo medico che erano costrette a subire prima di poter modificare il proprio nome all'anagrafe. Altri paragrafi riguardano una facilitazione nell'accesso alle cure mediche e la possibilità di indicare un genere neutro nei registri ufficiali.
Pur trattandosi di un significativo passo in avanti per la tutela dei diritti delle persone trans, i fondamentalisti sono riusciti ad impedire i paragrafi che avrebbero tutelato la protezioni per le persone intersex. La norma avrebbe impedito ai medici di medici di poter intervenire chirurgicamente con il rischio di poter mutilare o castrare in maniera sommaria dei bambini.
Non è da eludersi che il vaticano abbia contribuito a minacciare la salute psicofisica dei bambini intersessuali attraverso quel loro testo in cui raccomandava il ricorso alle mutilazioni genitali per nascondere l'esistenza di persone che non potessero rientrare nel binarismo sessuale da loro teorizzato.
Commenti