Nicola Pasqulato: «Dire che i gay non sono malati è abuso sui minori»



"In a heartbeat" è uno splendido corto d'animazione che racconta i primi batticuore di due adolescenti. Sherwin è un ragazzo che non si è ancora confrontato con il suo orientamento sessuale, ma alla vista di Jonathon, il ragazzo più popolare della scuola, il suo cuore batterà all'impazzata sino a schizzargli fuori dal petto per raggiungere il ragazzo di cui si è innamorato.

Eppure è davanti a quella semplice storia d'amore che il fondamentalista Nicola Pasqualato è ricorso ad una surreale depravazione ideologica nel riuscire a partorire un articolo di promozione omofoba dal titolo: "Mancava il pedo omo erotismo in un film di animazione per bambini".
Ma se pensiamo che Pasqaualato è un tizio capace di sottrarre soldi destinati ai bambini autistici per finanziare il congresso di Gianfranco Amato per la promozione di fantomatiche "terapie riparative" dell'omosessualità, forse non possiamo più stupirci di nulla.
Ed è proprio ricorrendo alle sue teorie sul fatt oche l'omosessualità dovrebbe essere ritenuta una mancata "maturazione sessuale" di bambini che lui giura su Dio debbano essere necessariamente votati all'eterosessualità, è con toni pruriginosi che scrive:

Proporre a ragazzini o bambini situazioni di mancata maturazione sessuale, come esplicitamente promuove questo film animato, significa esporli, ed indurli a pensare che sia plausibile per loro non raggiungere la piena maturazione sessuale che si raggiunge solo con l'attrazione verso il sesso opposto. Li induce anche a provare situazioni di pedo-omo-erotismo. I pediatri americani dell'Acpeds si sono già pronunciati chiaramente sull'argomento, costituisce abuso sui minori.

Se non è chiaro che cosa sostenga sarebbe "abuso sui minori", il suo link rimanda ad un blog che è stato rimosso per promozione all'odio. Riguardo alla sigla citata, si tratta di uno sparuto gruppetto di sedicenti "cristiani" che sostengono curiose teorie rigettate da tutte le altre organizzazioni pediatriche.

Con una ferocia inumana, l'integralista prosegue sostenendo:

Il problema degli uomini che "amano" altri uomini non è un problema in sé ma è legato al fatto che qualcuno pretende di insegnare ai bambini che tale mancata maturazione sessuale sia plausibile (o equiparabile) rispetto alla piena maturazione sessuale.

Insomma, lui vuole ch ei bambini siano indottrinati all'odio. Il fatto che ora gestisca una "scuola parentale" insieme alla moglie dovrebbe farci preoccupare su quale indottrinamento cercherà di infliggere a quei minori. Se fossimo in uno stato serio, il Miur invierebbe un qualche ispettore a verificare che Pasqualato non stia molestando ideologicamente quei poveri bambini.

Pare doveroso anche segnalare come le invettive di Pasqualato nascano da questo corto:

Commenti