Provita Onlus aizza i suoi camerata contro i partecipanti al Pride: «Vanno uccisi nelle camere a gas»



La propaganda omofoba di Provita Onlus si basa sull'alternanza di terrorismo finalizzato alla creazione di paure irrazionali all'insulto gratuito contro le loro vittime.
Mentre l'organizzazione forzanovista sbraita ossessivamente slogan come "vogliono togliere il papà", "ci imporranno l'eutanasia obbligatoria" o "vogliono insegnare l'aborto self-service", è sulla loro pagina che lo troviamo pronti ad aizzare i loro proseliti contro i partecipanti al Bologna Pride. Lo hanno fatto riproponendo il medesimo video già utilizzato dal senatore leghista Simone Pillon (e confezionato da un militante della Manif Pour Tous), con l'organizzazione di Toni Brandi tenta di sostenere che si possa parlare di "prove" dell'esistenza di quella fantomatica "ideologia gender" da loro teorizzata se delle persone riconoscono che i generi sono più numerosi dei sessi.


Seguendo l'invito all'odio della premessa, tra i commenti troviamo insulti alternati a strane teorie. Questa gente sostiene che il genere sarebbe un "sentirsi" qualcosa e che lo si potrebbe paragonare al volersi "sentirsi ricchi" per pretendere dei soldi. Dicono anche che chi non è conforme alla loro ideologia binaria sarebbe "confuso" e spergiurano che se alcune persone sostengono tesi a loro sgradite è perché "qualcuno" imporrebbe loro un fantomatico "pensiero unico" teorizzato dei loro imbonitori. Insomma, siamo davanti ad una banda di integralisti che sbraita ferocemente contro degli adolescenti manifestando bullismo contro di loro...
E tra chi insulta quei ragazzi dicendo che sarebbero "malati di mente" o chi li vorrebbe portare in ospedale per punire la loro opinione, c'è pure chi inneggia alle camere a gas del lager nazisti...





Commenti