Salvini tira in ballo pure l'inesistente «Madonna di Santiago»



«Sono devoto alla Madonna e voglio fare il cammino di Santiago». Lo ha annunciato il leghista Matteo Salvini in quella sua nuova dialettica che non perde mai occasione di tirare in ballo la religione. Peccato che a Santiago non ci sia alcuna Madonna ma la tomba di San Giacomo.
Sempre usando la religione a fini auto-promozionali, il leader leghista ha pure aggiunto: «Sono molto devoto alla Vergine Maria, ma vorrei esserlo di più. Vorrei fare il cammino di Santiago di Compostela e ho chiesto di andare a Pietrelcina. Un posto incredibile, dovrebbero andarci tutti. Ringrazio la Madonna perché sono fortunato. Ho 46 anni, due figli che adoro e una compagna con cui mi trovo benissimo».
La "compagna" a cui fa riferimento è la giovanissima figlia di Verdini, succeduta alla subrette e alle varie madri dei suoi figli.
Negando la gravità del suo assenteismo, Selfini ha anche dichiarato che a lui non serve stare al Ministero anche se le procedure impongono di poter operare solo attraverso le apparecchiature criptate di quell'ufficio. A suo dire, «per prendere decisioni non è necessario stare alla scrivania. Parlo con tutti e risolvo migliaia di problemi anche seduto in macchina. Mantengo il contatto con la realtà del Paese, facendo come fanno tanti italiani che staccano dal lavoro, stando con i figli».
E quale cittadino non può stare coi figli o non può dedicarsi all'autopromozione personale senza mai presentarsi in ufficio?
Commenti