Diesel festeggia la perdita di follower omofobi dopo il loro supporto al Pride



Checché spergiuri il fondamentalismo anti-gay, non è semplice schierarsi dalla parte dei diritti in un'epoca in cui la politica sta cercando consensi sull'odio e sulla paura della diversità. Lo sanno bene quei marchi che decidono ugualmente di stare dalla parte giusta della storia anche se ciò infastidisce i malpensanti alla Pillon o alla Savarese.
In un messaggio pubblicato su Instagram, la Diesel ha festeggiati la perdita di 14mila follower omofobi che se ne sarebbero andati per il loro aperto supporto al Pride Month:


Nel loro messaggio, l'azienda spiega: «Siamo orgogliosi delle nostre convinzioni da oltre 40 anni e crediamo nel #pride. Per coloro che non lo fanno, compresi i 14.000 followers che ci hanno lasciato nell'ultima settimana …. bye bye! Per chi crede e condivide i nostri ideali e valori, celebriamo il fatto che #loveislove. Sempre».
2 commenti