E tra gli adonolfiniani si inneggia all'aborto per chi contesta Salvini



Quest'oggi Matteo Salvini ha sfruttato la morte di un carabiniere per mettere alla gogna un presunto messaggio di uno strano profilo aperto di recente che, guardacaso, mostrava in primo piano l'hastag usato dai suoi contestatori.
Abboccando all'amo, la setta di Adinolfi si è messa a rilanciare quelo sciacallaggio, sostenendo pure che ci si dovrebbe rendere complici di un omicidio. Poi, non contenti, li troviamo pure ad insultare la famiglia del presunto utente... alla faccia di quelli che si riempiono la bocca con la parola "famiglia"!

2 commenti