Gli fruga nelle mutande urlando: «Sei maschio o femmina?». Bimbo di 7 anni umiliato in spiaggia perché ritenuto troppo effeminato dal padre



Per quanto il senatore leghista Simone Pillon ami spergiurare che le capacità genitoriali deriverebbero dalle penetrazioni vaginali, la cronaca non solo continua a smentire le sue tesi, ma ci dimostra come l'omofobia da lui promossa possa portare a vere e proprie violenze contro i minori.
Secondo quanto riferiscono le cronache locali, è su una spiaggia del catanese che un padre degenere avrebbe pubblicamente umiliato il figlioletto di soli 7 anni perché riteneva si stesse comportando in maniera poco virile. Infastidito da come il bimbo preferisse costruire castelli di sabbia al posto di fare il bulletto come il fratello, l'energumeno gli ha infilato le mani nel costumino ed ha iniziato a urlare davanti a tutto: «Sei maschio o femmina?».
Tutto ciò si è verificato davanti agli occhi della madre, completamente indifferente davanti alle violenze sessuali che suo figlio stava subendo mentre suo marito gli palpava i genitali in pubblico. La denuncia giunge dagli altri bagnanti restati impietriti davanti a quanto stava accadendo. pare però che nessuno abbai ritenuto di dover chiamare la polizia perché il caso potesse essere portato all'attenzione degli assistenti sociali.
2 commenti