Istanbul Pride, la polizia disperde i manifestanti con il lancio di lacrimogeni



Ancora una vota il regime di Erdogan ha scelto di ricorrere alla repressione contro i partecipanti all'Istanbul Pride. In un triste copione che si ripete di anno in anno, la polizia in tenuta anti-sommossa è intervenuta con gas lacrimogeni ed idranti per disperdere i manifestanti della comunità lgbt turca.
In Turchia l’omosessualità non è considerata illegale, così come dal 2003 al 2014 non ci furono problemi con l'organizzazione e lo svolgimento dei Pride cittadini. Poi, con l'avvento di Erdogan, il clima di intolleranza istituzionalizzata ha cambiato le cose e il diritto di manifestazione è diventato una concessione che deve essere richiesta al governo e che viene concessa in relazione alla loro convenienza.
Commenti