La Lega insulta il Brianza Pride: «Esibizionismo di pessimo gusto»



È attraverso le solite offese gratuite che la Lega ha ritenuto di poter insultare i partecipanti al Monza Pride per ribadire che il loro partito è omofobo oltre che xenofobo e misogeno.
Il leghista Federico Arena, ovviamente assente alla manifestazione, ha tentato di promuovere odio attraverso un vergognoso messaggio pubblicato sulla sua paginetta Facebook:

Sindaco Allevi patrocinami sto culo, esibizionismo di pessimo gusto, bandiere del PD e del partito comunista dei lavoratori (esiste ancora?!). Qualcuno ancora si chiede perché il comune ha negato il patrocinio? Per rispondere basta la fotografia oggettiva della giornata di oggi!

E se di "oggettivo" pare esserci solo l'omofobia contro-natura di un leghista che si sente legittimato a insultare oltre cinquemila persone sulla base di un cartello cercato col lanternino, folle è che Allevi pretenda pure di essere pagato pure dalle tasse di chi è vittima della sua violenza istituzionale.
Non meno grave è come il partito leghista ami usare l'odio contro interi gruppi sociali come pretesto per denigrare i partiti dell'opposizione,.quasi ritenessero che la vita e la dignità dei cittadini sia sacrificabile per il loro profitto.

Tra i commenti, i seguaci del leghista ci spiegano che solo gli etero possono farsi vedere in pubblico o che i gay dovrebbero essere rinchiusi nei manicomi:












L'assessore leghista è lo stesso che ha preteso di chiudere la stazione ferroviaria per impedire che i senzatetto potessero trovare rifugio, così come ha obbligato le persone anziane a dover aspettare l'autobus in piedi dato che lui ha fatto installare dei dissuasori che impedissero alle persone di colore di potersi sedere. La sua politica pare riassumibile in azioni perpetrate contro qualcuno e mai per qualcosa, così come il suo ennesimo sfogo d'odio dimostra.
1 commento