La polizia reprime il Pride di Istanbul, l'Ansa ne parla scegliendo la foto di tre cubisti



La polizia di Istanbul ha represso con la violenza il Pride cittadino dopo che le autorità, per il quinto anno consecutivo, non avevano autorizzato la manifestazione.
Anche l'agenzia stampa Ansa ha dato la notizia, ma pare difficile comprendere su quale base abbiano ritenuto che la fotografia di alcuni ragazzi in mutande presa un qualche concerto potesse essere ritenuto un'immagine rappresentativa dei fatti. Eppure è sul loro sito e su tutti i siti di informazione che hanno ripullulato la notizia che la repressione della polizia viene così presentata:


Non è la prima volta che l'Ansa ricorre alla scelta di immagini molto discutibili per la rappresentazione del mondo lgbt. Ad esempio, nel dicembre del 2017 scelsero di parlare dell'introduzione del matrimonio egualitario in Germania attraverso una fotografia che mostrava due drag queen ironicamente vestite.
3 commenti