Lega e Fratelli d'Italia non vogliono parlare di Bibbiano: la loro priorità è tentare di negare protezione ai bimbi gay



Per Lega e Fratelli d'Italia, l'ostentazione della loro omofobia è più importante della necessità di permettere la prevista discussione in aula sull'istituzione di una commissione d’inchiesta sui fatti di Bibbiano. La seduta del coniglio regionale dell'Emilia Romagna è infatti stata intasata dalla presentazione di 1787 emendamentiù contro la legge che prevede azioni di contrasto ai crimini di matrice omofoba.
Da ciò se ne desume che al partito di Fratelli d'Italia non frega nulla dei bambini, ma interessa solo come sciallare le vittime di Bibbaino durante le dirette televisive piuttosto che permettere l'accertamento dei fatti quando possono cercare voti ostentando il loro odio anche contro i bambini gay.


1 commento