Legge contro l'omofobia, Fratelli d'Italia e Lega presentano 1787 emendamenti



Andrà avanti ad oltranza la seduta del Cinsiglio regionale dell'Emilia Romagna, dove oggi era in discussione la legge contro i crimini d'odio di matrice omofoba. La discussione dovrà essere prorogata a causa dei 1787 emendamenti presentati da Lega e Fratelli d'Italia, tutti da discutere e votare uno per uno. Di questi, solo 63 sono stati respinti a priori perché inammissibili.

Secondo Giancarlo Tagliaferri di Fratelli d'Italia, la loro soonsorizzazuone dell'odio transofibico e la loro complicità con i bulli sarebbe dettata dal loro sostenere che la violenza debba essere ritenuta «opinione» e loro vogliono «combattere un’ideologia e una visione del mondo che discrimina chi pensa diversamente» perché «non vogliamo discriminare nessuno ma neanche far discriminare le famiglie italiane».
Cosa c'entrerebbero le famiglie italiane con l'odio omofobico paiono saperlo solo loro e quelle lobby integraliste che usano la parola "famiglia" come evergreen delle loro campagne propagandistiche.
Commenti